FORUM - Timonieri.it - La più grande Community di vela in Italia

FORUM - Timonieri.it - La più grande Community di vela in Italia
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 CLASSI VELICHE
 TUTTE LE ALTRE CLASSI
 FJ per un neofita - PRO e CONTRO
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 2

ariatsch
Principiante


Lazio


16 Messaggi

Inserito il - 13 settembre 2011 : 18:20:37  Mostra Profilo Invia a ariatsch un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Salve a tutti,
sono un neo-appassionato di vela e, dopo 4 settimane di corsi e un paio di centinaio di € in noleggi, ho deciso che comprerò una barca.

L'idea è un'imbarcazione per equipaggio doppio, non troppo tecnica, per affinare le manovrare, prima che planare. Sto facendo pratica su un vecchio VAURIEN e la maggior parte dei velisti mi suggerisce un 420, anche per questioni di mercato.
Mi incuriosisce però il FJ, che ancora non ho provato, ma che mi pare sia un'opzione per certi versi analoga.
So che è pressoché fuori produzione, tuttavia il CNA ce l'ha da pochi anni in catalogo.
Cosa ne pensate?
Vi chiedo solo di fornire opinioni giustificate, qualcosa di più di ciò che finora mi hanno risposto, tipo: "E' roba vecchia, lascia perdere!"

Grazie a tutti per i preziosi punti di vista.

crock
Principiante


Lombardia


14 Messaggi

Inserito il - 13 settembre 2011 : 19:14:13  Mostra Profilo Invia a crock un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
tra vaurien e 420 la differenza non è abissale, mentre tra vaurien e fj faresti un passo indietro secondo me...

Piuttosto imparate bene sul vaurien, che è una buona barca scuola e permette di migliorare sia l'affiatamento che le manovre e poi passate ad un 470 se il vs peso ve lo permette (peso ideale 125-130kg ma ci si diverte anche con qualche kg in più!)
Torna all'inizio della Pagina

matbard
Regatante



Toscana


269 Messaggi

Inserito il - 14 settembre 2011 : 13:01:50  Mostra Profilo  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di matbard Invia a matbard un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da crock
mentre tra vaurien e fj faresti un passo indietro secondo me...



Eh?

--

---> Matteo Barducci <matbard@me.com>


Devoti D-One: putting the fun back into sailing
Torna all'inizio della Pagina

crock
Principiante


Lombardia


14 Messaggi

Inserito il - 14 settembre 2011 : 19:02:00  Mostra Profilo Invia a crock un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da matbard

Citazione:
Messaggio inserito da crock
mentre tra vaurien e fj faresti un passo indietro secondo me...



Eh?



hai ragione, mi correggo: tra vaurien e fj non fai un passo in avanti significativo. Le regolazioni sono le stesse, la velocità pure. Sono entrambe nate, all'epoca, come barche scuola.

Se la barca serve per impratichirsi nelle manovre non c'è molta differenza tra vaurien e fj, già meglio il 420 perchè un pizzico più veloce e con il trapezio che è un'opzione in più nell'apprendimento

PS: ovviamente è il mio parere avendo provato tutte e 4 le barche di cui ho parlato, però siccome c'è sempre da imparare ascolterei volentieri i pareri e le impressioni degli altri! :-)

Modificato da - crock in data 14 settembre 2011 19:03:31
Torna all'inizio della Pagina

matbard
Regatante



Toscana


269 Messaggi

Inserito il - 14 settembre 2011 : 21:34:49  Mostra Profilo  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di matbard Invia a matbard un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Anche il FJ ha il trapezio, e come regolazioni ricorda molto il fratello maggiore FD(trasto di randa Vs. archetto, etc...). Inoltre è una barca a scafo tondo, mentre il Vaurien ce l'ha a spigolo. Entrambe sono nate come barca scuola, è vero, ma il FJ doveva essere propedeutico al salto verso la deriva high performance dell'epoca, ossia il FD. Inoltre per tantissimi anni il FJ è stato la barca scuola d'elezione della FIV(i famosi "arancioni"), prima della sua sostituzione con il 420.

--

---> Matteo Barducci <matbard@me.com>


Devoti D-One: putting the fun back into sailing
Torna all'inizio della Pagina

ariatsch
Principiante


Lazio


16 Messaggi

Inserito il - 14 settembre 2011 : 22:37:45  Mostra Profilo Invia a ariatsch un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Intanto grazie a tutti per le risposte.
Provo però ad aggiungere qualche osservazione, spero non troppo naive.
Sul FJ si può andare al trapezio e il suo scafo tondo lo rende meno stabile e più veloce di un Vaurien. Bene!
Però, ogni volta che ho fatto questo nome tra i velisti che conosco, ho sempre visto un certo disappunto sui loro volti, se non una esplicita reazione di disgusto.
In ogni caso, NESSUNO mi ha spiegato PERCHE' il FJ sia un così pessimo affare.
Perché è vecchio? E' passato di moda? E' arancione? Plana meno di un 420? Non si rivende?
A me interessa una barca sufficientemente facile da condurre, dove imparare e divertirsi in due, pratica negli spostamenti e non toppo costosa (il FJ del CNA costa 5800 € con consegna: è davvero un cesso di barca?).
Per questo, la suddetta mi sembra un'opzione da tenere in considerazione.
Non cerco la velocità a tutti i costi (sennò andavo a motore...), ma un buon compromesso tra costi e prestazioni.
Alla fine probabilmente opterò per un 420, però, per il momento, la questione mi pare più orientata da gusti personali e tendenze di mercato, che da reali aspetti tecnici.
Mi sbaglio?
Torna all'inizio della Pagina

ariatsch
Principiante


Lazio


16 Messaggi

Inserito il - 15 settembre 2011 : 18:21:16  Mostra Profilo Invia a ariatsch un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
A costo di rispondermi da solo...
Il FJ del CNA è un modello scuola. Pare che il cantiere stia preparando un modello da regata, ma non ne so di più.
Inoltre, ho scoperto che in Europa (e in Giappone!!!) chi veleggia su FJ lo fa su barche italiane, in particolare del cantiere di Ettore Poletto, di cui ho trovato un interessantissimo link:
http://www.ifjo.org/Poletto_FJ.pdf
Insomma, a meno che qualcuno mi spieghi il contrario (non sarebbe difficile, sono proprio al... primo armo...), la questione di FJ si o no è anzitutto una faccenda di gusti personali e di convenienza nel rivendere eventualmente la barca.
Posto che, sotto molti aspetti, FJ sta a FD come 420 sta a 470, la scelta ricade sui secondi per ovvie ragioni anagrafiche, dettate certamente da aspetti tecnici, ma probabilmente non tali da autorizzare un giudizio sommariamente negativo a carico dei primi.
O no?
Torna all'inizio della Pagina

matbard
Regatante



Toscana


269 Messaggi

Inserito il - 16 settembre 2011 : 20:31:44  Mostra Profilo  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di matbard Invia a matbard un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Il nuovo FJ C.N.A. è una realtà già da un annetto.

Si tratta di un modello certamente più orientato alla performance di quello precedente, essendo stato progettato sulle linee del vecchio Galetti in legno del segretario di Classe(mi pare), che negli anni '70 erano dei missili ed unanimanente considerati le barche da battere. Ogni misura è stata portata ai limiti di stazza consentiti. Era in bella mostra al Salone di Genova dell'anno scorso, quest'anno credo sará di nuovo esposto. Ho anche scattato diverse foto, se vuoi te le mando.

--

---> Matteo Barducci <matbard@me.com>


Devoti D-One: putting the fun back into sailing
Torna all'inizio della Pagina

ariatsch
Principiante


Lazio


16 Messaggi

Inserito il - 16 settembre 2011 : 23:22:00  Mostra Profilo Invia a ariatsch un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Le guarderò con sommo piacere!!!!
In effetti, da alcune corrispondenze con il CNA, so che il cantiere sarà ancora a Genova tra 2 settimane e, spero, a Roma il prossimo febbraio.
Certo, il punto essenziale è che le barche bisognerebbe provarle, specie il FJ che, da quanto ho capito, è una barca "a sviluppo", che si può armare con una certa libertà, dunque forse molto diversa da modello a modello.
Una delle poche certezze, è che il CNA ha prezzi più accessibili rispetto ad altri. Magari non farà barche da campionati del mondo, ma nemmeno io ho particolari aspirazioni agonistiche.
Grazie matbard per le preziose informazioni e, in anticipo, per gli scatti che mi vorrai inviare.
Torna all'inizio della Pagina

Theo
Regatante Esperto


Lazio


606 Messaggi

Inserito il - 17 settembre 2011 : 22:09:52  Mostra Profilo Invia a Theo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Io ho sempre preferito i primi, ma se spendi un po' meno e ti cerchi una barca usata no?
Se poi ami le barche "vive", un po' datata, ma c'è questa:
http://www.subito.it/nautica/fj-64-galetti-vicenza-29531737.htm
Torna all'inizio della Pagina

ariatsch
Principiante


Lazio


16 Messaggi

Inserito il - 17 settembre 2011 : 22:56:43  Mostra Profilo Invia a ariatsch un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
E' pressoché certo che acquisterò una barca usata, anche perché mi interesso di vela solo da poco più di un anno.
Però ritengo che informarsi sul prezzo di un prodotto nuovo, su chi lo fa e a quali condizioni, sia un buon modo per orientarsi anche per un acquisto usato.
Grazie del link.
Le barche di legno mi sembrano affascinanti, però tutti mi hanno detto che sono un'ammazzata per la manutenzione, sia in termini di costi che di tempo necessari.
Certo, sarebbe da domandarsi che fine fanno tutti gli scafi in vetroresina una volta che le barche non navigano più... Ma questo è un altro discorso...
Torna all'inizio della Pagina

migly
Moderatore



Lombardia


2338 Messaggi

Inserito il - 04 ottobre 2011 : 20:14:41  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di migly Invia a migly un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
FJ certamente meglio del Vaurien. E per certi versi (semplicità d'uso, navigazione in condizioni estreme) meglio anche del 420. Probabilmente una discreta soluzione anche per la cosa di cui parli nell'altra discussione. Ai tempi la grossa pecca era lo spi (decisamente piccolo e chiuso), ma magari il disegno è stato migliorato (io non ci metto piede da quasi 15 anni). Al posto tuo lo proverei.

Mat.

www.migly.it
Torna all'inizio della Pagina

ariatsch
Principiante


Lazio


16 Messaggi

Inserito il - 07 ottobre 2011 : 00:38:49  Mostra Profilo Invia a ariatsch un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ho saputo che a Trevignano, sul Lago di Bracciano e a pochi passi dal circolo che frequento, c'è una discreta flotta di FJ e un istruttore che fa scuola su questa barca. Credo che la faccenda verrà rinviata ormai alla prossima primavera, ma la possibilità di provare la barca dovrebbe essere abbastanza percorribile.
Per il resto, sceglierò non la barca più veloce, ma quella più versatile (anche per la cosa dell'altra discussione).
In ogni caso, da tutto quel che ho letto e sentito, sono ormai convinto che sia essenzialmente una faccenda di gusti personali. Su cui talvolta si innestano vere e proprie tifoserie, che poco hanno a che vedere con un'argomentazione razionale.
Insomma, non mi pare ci siano motivazioni convincenti per scoraggiare un neofita dall'acquisto di un FJ. Se la barca ti piace, ti diverti e ti ci trovi bene, spi grande o piccolo, trapezio o no, probabilmente nessuno ti può convincere che hai fatto una cattiva scelta.
Torna all'inizio della Pagina

gabstara
Principiante


Lazio


5 Messaggi

Inserito il - 20 maggio 2013 : 08:23:25  Mostra Profilo Invia a gabstara un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Riapro la discussione dopo tempo .
Il circolo è il VCTR a fianco del più grande YCBE .
Poletto ha, purtroppo chiuso . I flyng junior recenti non hanno confrinti con quelli prodotti molti anni fa che non avevano neanche il trapezio .
Sono belle barche , rigide, molto manovrabili , robuste , tecniche per chi vuole approcciare regolazioni di fino degli armi .
Quest'anno , nella seconda metà di agosto , al circolo si terranno i campionati nazionali , bella occasione di confronto e passerella ...
Buon vento
Torna all'inizio della Pagina

Walter Mazzella
Principiante


Piemonte


28 Messaggi

Inserito il - 22 maggio 2013 : 13:05:56  Mostra Profilo Invia a Walter Mazzella un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Mi riallaccio, anch'io dopo molto tempo, a quanto detto da "gabstara", per aggiungere poche ma significative annotazioni basate su mie esperienze concrete e non su informazioni "... per sentito dire".
Il FJ, per quanto utilizzato ancora da molte scuole-vela (in Italia, Germania, Danimarca, Olanda, Belgio, USA e Giappone, dove vi sono flotte molto numerose), è una barca molto tecnica, per nulla paragonabile a quelle degli anni '70, che, soprattutto negli ultimi 10 anni, ha avuto una grossa evoluzione tecnica (per materiali costruttivi ed attrezzature) nemmeno lontanamente paragonabili a quella di derive analoghe (4.20 in primis che, a buon vedere di molti Velisti, è stato uno dei peggiori errori dell'IYRU - oggi ISAF - da 30 anni a questa parte).
Agli eventualmente interessati, per averne conferma, basterà digitare (su youtube) le parole-chave "FJ sailing" per trovare tutte le risposte del caso in esempi " ... aprova di stupido" che si illustrano da soli.
Inoltre, anche se l'amico Ettore Poletto ha cessato la produzione (FJ in composito, laminati sottovuoto e dotati di tutte le diavolerie immaginabili), la Classe FJ ha affidato gli stampi alla HiTechSailing di Walter Riosa (quello che ha fatto anche i Finn per le olimpiadi 2012) che, molto presto, riprenderà la produzione.
Senza contare che esiste un buon mercato dell'usato che offre buone soluzioni per tutte le tasche e per tutte le performances immaginabili senza dover andare a ripiegare sui CNA che, lontani dai normali attuali standard FJ, sono barche da villaggio vacanza e non certo da regata.
Altri dettagli si possono trovare sul sito di Harken Italia alla pagina http://www.technicalsailing.com/fj/, sul sito di Classe http://www.fjclassita.it/w2/ ed anche su facebook https://www.facebook.com/fjclassita.
Tutto il resto, a partire dal "... sentito dire", fino alle tante banalità da vela (solo) parlata, sono solenni stupidaggini.
Un saluto.


Torna all'inizio della Pagina

sparky
Principiante


Toscana


4 Messaggi

Inserito il - 01 febbraio 2014 : 21:56:47  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sparky Invia a sparky un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Condivido in tutto le parole di Walter,dopo anni di regate su quasi tutte le derive,non posso che ribadire quello che ha detto Walter,il FJ è una barca molto tecnica oppure molto semplice,a seconda di come ci vogliamo andare.Il 420,che ho visto al debutto quando ancora si poteva mettere l'albero più avanti per farne un singolo,è la garca più brutta su cui sono mai stato.Poco tecnica anche ai massimi livelli,scarnissima come attrezzatura.Direi che col fratello maggiore 470,barca su cui ho girato un po' di Italia e mondo,ha poco a che fare se non per il nome simile,mentre il FJ,col suo fratello maggiore,ha molte cose in comune,soprattutto ai massimi livelli sono praticamente indistinguibili sull'attrezzatura e sulla complessità nelle regolazioni.Trovo il FJ propedeutico per il grande salto,soprattutto perchè impari a gestire un rig complesso ed impari ad adattare il tuo setup in base alle condizioni meteo-marine,mentre sul 420 e 470 vai con le tabelle delle velerie.
Personalmente non avrei alcun dubbio su quale barca scegliere,forse perchè regatante col fratello maggiore,la deriva tecnica per eccellenza ancora insuperata da qualsivoglia skiff.
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2 Discussione  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
FORUM - Timonieri.it - La più grande Community di vela in Italia © 2001-2016 - http://www.timonieri.it | Ideato e diretto da Francesco Resta | Torna all'inizio della Pagina
Questa Pagina è stata generata in 3,2 secondi. TargatoNA.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000

Antidoto.org | Brutto.it | Ciricado.it | Estela.org | Equiweb.it